“life in a day”, il film di una giornata prodotto da Ridley Scott

Parte il nuovo progetto cinematografico del produttore Ridley Scott e del regista Kevin Macdonald in collaborazione con la community di You Tube. “Life in a Day” è un esperimento cinematografico user generated (creato dagli utenti) che storicizzerà un giorno in particolare della nostra storia sulla terra, il 24 luglio 2010.

Ciascuno di noi potrà documentare la propria vita in 24 ore di tempo e caricare il filmato (di alta qualità) su YouTube che abbia una durata minima di 15 secondi ed una durata massima di 2 ore.

Con il nostro filmato potremo lasciare anche noi una traccia del nostro 24 luglio 2010 ma, ovviamente, dovremo seguire alcune semplici indicazioni.

Contribuisci anche tu a documentare una singola giornata sulla terra con “Life in a Day”!

Per info: Life in a Day

Annunci

Lacta “Love in action”: un film d’amore in crowdsourcing

La Kraft Foods and OgilvyOne ha lanciato in Grecia la campagna Lacta”Love    in action” per promuovere la barretta di cioccolata Lacta.

“Love in action” è un “branded-entertainment film” di 27 minuti che il brand Lacta ha voluto creare per promuovere il suo prodotto all’interno del film con l’intenzione di replicare il successo della campagna precedente “Lact-Love at first Site”.

Per la realizzazione del film OgilvyOne ha voluto far leva sulla motivazione e gratificazione degli utenti nel partecipare ad un progetto cinematografico collettivo.
Il pubblico è stato infatti coinvolto in tutte le fasi di realizzazione del film, dalla stesura della storia al casting e alla scelta del look  degli attori e durante le riprese è stato costantemente informato e  aggiornato attraverso il blog ufficiale e i vari profili social media: Facebook- Twitter- Youtube-Flickr.

Leggi l’articolo su: TheBlogTv Vedi il film su: Vimeo

“per fiducia”, progetto cinematografico

Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino presentano i cortometraggi di tre giovani registi di talento. Una trilogia che continua e arricchisce il percorso di “Per Fiducia”, il progetto cinematografico nato in collaborazione con Intesa Sanpaolo con l’intento di raccontare le forze positive e vitali che animano il nostro Paese.

Alessandro Celli, giovane regista romano vincitore del David di Donatello 2007 per il film Uova e interpretato da Irene Ferri, Marco Giallini e Andrea Calligari, presenta il suo nuovo cortometraggio La Pagella.
Madre e figlio stanno preparando le ultime cose per partire e vanno al mare. Prima di mettersi in viaggio però decidono di far visita al padre, che anche quest’anno non potrà essere con loro, per salutarlo e mostrargli la buona pagella ottenuta dal ragazzo.

Da qui un incontro che si preannuncia carico di tensione.

Il secondo corto è L’ape e il vento, di Massimo Camaiti, presentato da Gabriele Salvatores. Romano, classe 77, il regista si è già distinto per alcuni corti premiati in rassegne internazionali di cinema e per aver collaborato alla regia di alcune fiction televisive.

Nel corto, Matteo (Elio Germano), giovane ingegnere, torna tra i monti che l’hanno visto bambino per visitare la tomba del padre. Di seguito la prima parte

Seconda parte de L’ape e il vento

In L’altra metà, terzo corto della rassegna “Per fiducia”, un giovane e un vecchio scoprono non senza difficoltà di avere in comune un’esperienza dolorosa.
Il regista Pippo Mezzapesa, presentato da Paolo Sorrentino, ha vinto il David di Donatello per il miglior cortometraggio nel 2004 con Zinanà e nel 2008 Pinuccio Lovero – Sogno di una morte di mezza estate è stato presentato come Evento Speciale alla Settimana Internazionale della Critica del Festival di Venezia.

a noi piace corto, progetto di Studio Universal

Innanzitutto bentornati su Videopillole, il blog di informazione per videoamatori ed autori di cortometraggi e brevi documentari. Dopo qualche mese di assenza, Videopillole ha una nuova notizia per voi.

Su Studio Universal tutti i lunedì alle 20:25


“Fate cinema, siete giovani, incompresi e nessuno vi conosce. In più ce l’avete corto.”

Studio Universal non è solo il Canale tematico di cinema della major cinematografica americana Universal Studios, ma un canale che dedica costantemente il suo impegno a favore del cinema, e in particolare del cortometraggio italiano.
A soli tre mesi dall’inizio delle trasmissioni di Studio Universal in Italia nel maggio 1998, parte la sponsorizzazione della sezione Corto-cortissimo della 55a Mostra del Cinema di Venezia. In questa occasione il Canale presenta il progetto “A noi piace corto”, una serie di iniziative volte alla promozione e al sostegno della produzione di opere realizzate dalle giovani leve del cinema italiano.

Il progetto prevede:
– L’organizzazione di concorsi per giovani registi o sceneggiatori.
– L’acquisizione di corti da trasmettere sul Canale non come semplici fillers ma con dignità di veri e propri film.
– Il sostegno ad una selezione di festival italiani del cortometraggio.
– Il sostegno ai giovani registi italiani con l’offerta di master, o dando visibilità sul canale alle loro opere o con premi in denaro.
– La produzione di “A noi piace corto-magazine”, un programma dedicato al mondo del cortometraggio.
– Il finanziamento totale o in associazione per la realizzazione di cortometraggi italiani.

In nove anni di attività, la quantità di eventi e progetti realizzati dal Canale per intero, o in collaborazione con i partners che lo hanno voluto al loro fianco, posiziona Studio Universal al primo posto tra tutti i canali satellitari nell’impegno a favore del cinema e del cinema corto.

Le acquisizioni e la programmazione
Il Canale ha acquistato fino ad oggi oltre 500 cortometraggi tra italiani e stranieri e li trasmette in orari ad alta visibilità confezionandoli come un vero e proprio programma che li raccoglie per tematiche.

Studio Universal ha anche creato “A noi piace corto” Magazine, un appuntamento settimanale di informazione televisiva sul mondo del corto con la selezione dei migliori cortometraggi italiani ed internazionali.

un bel progetto di comunicazione, Polline

Sul blog http://polline.splinder.com c’è un progetto di comunicazione molto interessante. Vi consiglio di dargli un’occhiata. Non c’è niente in palio, se non la possibilità di dare sfogo alla propria creatività.

Il progetto sarebbe quello di far girare, via posta o quant’altro, un raccoglitore di storie o di foto come, per esempio, un quaderno o un album. Potrebbe essere un nuovo modo di fare comunicazione, di interagire con gli altri non usando soltanto internet ma tornando un po’ a quelle che sono le vecchie abitudini di ognuno di noi: gesti fatti a mano (di cui a volte sentiamo la mancanza!).

Il progetto prevede quanto di più semplice si possa fare:
Si compra un quaderno
Si definiscono delle linee guida per la stesura
Si aderisce al progetto
Si spedisce il lavoro dopo un tempo stabilito
Il lavoro fatto feconda e influenza il lavoro successivo
Tutto il materiale torna alla base
Si fa un compendio distribuibile del lavoro

A me sembra un progetto molto interessante e a voi? Potrebbe essere anche di utilità per chi vuole semplicemente raccontare delle storie o tramandarle o prenderne spunto per idee nuove.