www.miasorrento.it, social network per videomaker

Per tutti i videomaker che cercano temi specifici, segnalo un social network molto interessante su cui scaricare i propri video girati nella penisola sorrentina. L’indirizzo è www.miasorrento.it. Da questo social network, in cui troverete una community con cui condividere gli stessi interessi, potete entrare in un’altra community molto interessante. Basta un click!!

 

 

Enel per il miglior “gesto dimenticato”, concorso

Scadenza 15/12/08

Parte il Concorso Enel per il miglior “gesto dimenticato“. 

Un palmare HTC PDA Phone Touch Pro, un cellulare Samsung I 8510, una fotocamera digitale Panasonic Lumix DMC – LX 3. E ancora, due televisori al plasma 50” Samsung e due videocamere Sony HDRTG3E FHD. Sono questi i premi riservati ai vincitori del nuovo concorso Gesti dimenticati promosso da Enel Energia.

Per partecipare all’estrazione finale è necessario realizzare un video riproponendo le azioni che si era soliti compiere, fino a quando i cambiamenti sociali e tecnologici hanno modificato le nostre abitudini. Realizzato il video, c’è tempo fino al 15 dicembre per registrarsi su www.gestidimenticati.it e caricare il proprio filmato. Entro il 28 febbraio 2009 una giuria di esperti valuterà le opere in gara per proclamare i vincitori.

Campagne pubblicitarie come cortometraggi sul web

La nuova campagna pubblicitaria della collezione Diesel Kid autunno-inverno 2008 verrà presentata, in anteprima mondiale, con un cortometraggio video in diretta esclusiva sul web. Disponibile sulla homepage del sito www.dieselkid.com, per tutto il mese di novembre e dicembre 08, il video mixa figure reali con immagini create appositamente al computer per ripercorrere e giocare con tutti i temi della nuova collezione

Gli sfondi del corto sono stati realizzati utilizzando in modo innovativo tecniche di animazione tradizionali insieme alle tecnologie più avanzate facendo uso di veri pezzi vintage e materiali da riciclo per dare vita a costruzioni surreali come galeoni dello spazio, eliche, cavalli alati, slitte trainate da cani meccanici, altalene e biciclette spaziali che si fondono con immagini ricreate in post-produzione.  

la ‘video campagna’ è diretta ai più giovani consumatori del web, che usando questo mezzo più di ogni altro, potranno così giocare con i mondi misteriosi di Diesel Kid grazie ad una versione del video scaricabile per i -pod.

RIFF 2009 (Roma Indipendent Film Festival) posticipato

Posticipato al 15 dicembre 2008 il bando per partecipare all’ottava edizione del RIFF Awards di Roma.

Sarà possibile presentare opere cinematografiche per partecipare alla ottava edizione del RIFF (Roma Independent Film Festival), che si terrà a Roma dal 19 al 27 marzo 2009.  Tra le novità di quest’anno, la nuovissima location che ospiterà il festival, il Nuovo Cinema Aquila del quartiere Pigneto, e il Premio Regione Lazio di 2.500 euro da destinare allo sviluppo del progetto del vincitore nella sezione di cortometraggio.

RIFF 2009 (Roma Indipendent Film Festival)

Scadenza 15/11/2008

Sino al 15 novembre 2008 sarà possibile presentare opere cinematografiche per partecipare alla ottava edizione del RIFF (Roma Independent Film Festival), che si terrà a Roma dal 19 al 27 marzo 2009.  Tutte le informazioni per iscriversi e il bando sono presenti sul sito www.riff.it.

mettetevi alla prova con un matrimonio, II parte

Il giorno del matrimonio è arrivato. Avrete già deciso che impostazione narrativa dare al vostro film: classica o moderna. Magari avete avuto anche la possibilità di vedere il classico film girato da qualche fotografo professionista che ha spillato fior di quattrini a qualcuno che si è sposato prima dei vostri amici e avete capito che non volete assolutamente farlo su quello stampo! Bene, se avete fatto tutte queste considerazioni e avete capito che il vostro sarà un lavoro originale, allora andrete “all’altare” senza alcuna paura, nè preoccupazione.

Se avete deciso di riprendere anche il pre-matrimonio, organizzate la storia, il racconto dovrà essere logico e lineare, oppure totalmente artistico e apparentemente senza logica. L’importante è che la logica ci sia sempre. Non possiamo montare poi delle immagini a caso. Magari avete deciso di fare anche delle interviste, per cui preoccupatevi che l’audio non sia soltanto un fruscio di sottofondo.

Naturalmente, preoccupatevi di portare con voi qualche batteria in più e di avere a portata di mano l’alimentatore della corrente per utilizzare le batterie (soprattutto se ne siamo sprovvisti!) solo nei momenti in cui sono realmente necessarie. Se avete dei faretti, portateli, soprattutto in chiesa.

E’ bene conoscere un minimo di regole per fare le riprese (inserirò presto qualche tecnica di ripresa nel blog), perchè possano venire delle discrete inquadrature. Non dilungatevi, nelle inquadrature, per più di 5-10 secondi al massimo altrimenti, rischiate di diventare dei bradipi d’avanguardia. Pensate in anticipo a quello che volete realizzare. Pensate sempre in anticipo e sappiate anche improvvisare. Alternate panoramiche a piani americani e primi piani, per contribuire alla fluidità del video. Evitate di fare stacchi netti e sperimentate tutto quello che avrete imparato sulle inquadrature, da un buon libro di teoria.

E’ fondamentale ricordarsi che riprendere una cerimonia vuol dire non poter ripetere la scena, come per un cortometraggio o un film quindi, fate attenzione a riprendere quello che veramente è importante che riprendiate. In chiesa dovrete adattarvi. Quando sarà finita la funzione, potrete sfogare meglio la vostra fantasia.

Organizzazione, progettazione e concentrazione, sono elementi chiave per ottenere un risultato di qualità.
E allora, non resta che dirvi in bocca al lupo!

Fisheye, il cortometraggio